Associazione Medjugorje Torino

TESTIMONIANZA DELLA VEGGENTE MIRJANA AL FESTIVAL DEI GIOVANI

AGOSTO 2014 - PADRE LIVIO LEGGE UNA PARTE DELLA TESTIMONIANZA CHE LA VEGGENTE MIRJANA HA DATO AL FESTIVAL DEI GIOVANI.

Il 4 agosto, Mirjana tra l'altro ha detto: Vorrei salutare e ringraziare tutti i giovani e vorrei farlo come fa sempre la nostra Mamma Celeste, ringraziarvi perché siete qui. Grazie perché avete risposto alla chiamata. Grazie perché volete seguire vostra Madre. Vorrei che fossimo tutti suoi apostoli. Anche sabato 2 agosto Lei ci ha chiamato a seguirla, ad essere suoi apostoli di Luce che diffondono nel mondo l'Amore misericordioso.

In particolare voi giovani (perché su di voi si basa il mondo) siete quelli che porteranno il bene nel mondo. Per fare questo, voi dovete camminare insieme a Lei e tenerla per mano, perché ci porta sulla retta via e ci conduce a Suo Figlio. Vi prego, ricordatevi: in questo mondo potete avere tutto ciò che esiste, ma se non avete la pace, non avete nulla! L'unica vera pace è quella che viene da Gesù Cristo, per questo la Madre è con noi. Da 33 anni ci guida e ci insegna, non si è stancata di noi. Io non l'ho mai vista nè stanca, nè nervosa, nè arrabbiata. L'ho vista sempre piena di amore e pronta ad aiutare noi, suoi figli. Lei ha bisogno di noi e dice: "Aprite i vostri cuori ed io sarò con voi". Per questo vi prego, cominciate pian pianino a camminare insieme alla Madre. La prima cosa che ci ha chiesto all'inizio delle apparizioni è stato il Credo e 7 Pater Ave e Gloria. Non potete dirmi che nelle 24 ore che il Padre Celeste ci ha dato non c'è tempo per questo! Iniziamo piano, iniziamo con la prima parte del Rosario, poi digiuniamo il venerdì, poi la seconda parte del Rosario, poi la terza, poi cominciamo a digiunare il mercoledì, passo dopo passo. E' importante camminare insieme a Lei. Non perdete tempo a giudicare la vostra preghiera: lasciate che la giudichi Dio. E' importante che noi preghiamo. E' importante che noi abbiamo contatto con il nostro Padre Celeste. Non esiste uomo sulla terra che possa dire: "Io prego come devo, faccio come Dio vuole". Ho paura di queste persone che si ritengono giuste. Tutti siamo sulla via della santità, tutti proviamo ad essere come piace al Padre Celeste e proviamo a seguire la nostra Madre: Lei ci guiderà e Gesù giudicherà quanto ci siamo riusciti. Sapete che Lei chiede e noi anche la preghiera in famiglia. In modo particolare voi giovani, voi che state pensando di fare una famiglia, non pensate che questo sia possibile senza la benedizione del Padre Celeste; non pensate che questo sia possibile senza la preghiera in comune. Giovani sposi, coppie di fidanzati, famiglie formate devono avere questo cemento della preghiera fatta insieme. No, non si può avere la pace in famiglia nella quale Dio non è al primo posto! Pensate alla responsabilità che avete come genitori davanti ai vostri figli! Loro guardano noi, guardano i genitori, fanno quello che vedono che facciamo noi. Se vedono che per noi Dio non è al primo posto, cosa ci possiamo aspettare da loro? I genitori devono mettere la Messa al primo posto, i figli devono vederli pregare. Loro faranno solo quello che hanno visto dai propri genitori. Voi certamente sapete che la Madonna qui a Medjugorje ha dato a ciascuno di noi veggenti una missione. La mia è la preghiera "per coloro che non hanno conosciuto l'Amore di Dio", quelli che noi chiamiamo "i non credenti". La Madre Celeste non dice mai "i non credenti". Se dici a qualcuno: "Sei un non credente", tu l'hai condannato. In questi 33 anni non ho mai sentito la Madonna condannare qualcuno; Lei dice: "Coloro che non hanno ancora conosciuto l'Amore di Dio". Lei ci chiede aiuto, non pensa solo a noi 6 veggenti; penso che lo chieda a tutti voi; penso che, come lo chiede a me, lo chieda a voi. Ha detto in un messaggio: "Cari figli, io vi ho chiamati; aprite i vostri cuori e permettetemi di entrare per farvi miei apostoli!". Lei vuole che tutti noi siamo apostoli che diffondono l'Amore di Dio. Vi prego di aiutare la nostra Madre Celeste: ogni nostra preghiera per loro asciuga le sue lacrime a causa dei non credenti... Lei vuole salvare tutti i suoi figli, vuole che tutti camminiamo sulla retta via. Non possiamo convertire i non credenti che con la nostra preghiera e il nostro esempio. Lei vuole che, per prima cosa, preghiamo per loro. Ciò che di brutto accade nel mondo, guerre, divorzi, aborti, viene da loro perché non hanno Dio nel cuore. Quando pregate per loro, pregate anche per voi stessi, per il vostro futuro. La Madonna chiede anche il nostro esempio, chiede che parliamo con la nostra vita, affinché i non credenti possano vedere, attraverso di noi, Dio e il suo Amore. In ogni nostra parola, in ogni nostro comportamento si deve vedere ciò che diciamo di essere; si deve vedere l'Amore di Dio, perciò abbiamo una grande responsabilità. Per poter essere apostoli della Madonna, noi dobbiamo essere una cosa sola con i nostri Pastori perché dice: "Mio Figlio si dona ogni giorno a voi attraverso di loro".  Perciò dobbiamo capire una cosa: senza i Pastori non possiamo essere apostoli. La Madre Celeste dice: "Non hanno bisogno delle vostre critiche e dei vostri giudizi, loro hanno bisogno delle vostre preghiere e del vostro amore. Dio li giudicherà come Sacerdoti, ma giudicherà anche noi sul nostro rapporto con loro". Lei ci dice: "Se voi perdete l'amore e il rispetto verso di loro, perderete anche l'amore verso la Chiesa e verso il Buon Dio". Ogni volta, durante l'apparizione, quando ci benedice dice: "Io vi do la mia benedizione materna, ma la più grande benedizione che potete ricevere sulla terra è quella dei Sacerdoti, perché quando loro vi benedicono, vi benedice Mio Figlio". Così ha anche detto: "Non dimenticate di pregare per i vostri Pastori: loro hanno le mani benedette da Mio Figlio, perciò vi prego, in particolare voi giovani, quando tornate nelle vostre parrocchie, fate vedere come dovrebbe essere il nostro rapporto verso i Sacerdoti; se vi pare che il vostro parroco non faccia quello che dovrebbe fare, non andate in giro a giudicare, prendete il rosario e pregate Dio. Questo è il modo per aiutarlo. Non con il giudizio e la critica". In questo mondo vediamo che c'è tantissimo giudizio e tantissima critica, ma così poco amore! La nostra Madre Celeste vuole che noi ci distinguiamo per il nostro amore e facciamo quello che vuole il Padre Celeste. Non giudicare. Voi sapete che in questi 33 anni la Madonna ci sta preparando a qualcosa. A me spiace che non posso dirvi di più. Posso dirvi una cosa sola: Lei ha detto: "Il mio cuore trionferà!". Ha aggiunto: "Quello che ho iniziato a Fatima lo finirò a Medjugorje". Vorrei dirvi di pensare un attimo in questo modo: adesso abbiamo un tempo e ci sarà il tempo del trionfo del cuore della Madonna. Tra questi due tempi, cioè il momento attuale e il momento del trionfo, c'è un ponte: questo ponte sono i nostri Sacerdoti. Perciò la Madonna invita in modo particolare alla preghiera per loro. Questo ponte, che sono i nostri Sacerdoti, deve essere così forte, che tutti noi possiamo attraversarlo. Lei dice: "Con loro trionferò!". "Con i Sacerdoti il mio cuore trionferà". Senza di loro non ci sarà neppure la vittoria della Madonna. Perciò vi prego, di nuovo vi prego: pregate, pregate affinché i nostri Pastori (Sacerdoti, Vescovi, il Papa) sappiano che sono amati e che siamo con loro! Questo è il desiderio della nostra Madre Celeste! Mi chiedono: "Qual è il suo più grande desiderio e il suo messaggio?". Per me è l'AMORE. L'Amore che Lei ci insegna vuole che noi lo viviamo. In questi 33 anni che sono con la Madre Celeste ho capito che per Lei siamo tutti suoi figli; per Lei non esistono dei privilegiati. E' sbagliato se credete che noi veggenti siamo più importanti di voi, che ci ascolta più di voi: questo è impossibile per una madre; non sarebbe neppure stata una madre se amasse un bambino più di un altro! Lei ha scelto noi 6 solo per dare messaggi. Ha scelto me per dare i messaggi e voi per essere apostoli di questi messaggi. Allora, tutti noi per Lei siamo i suoi figli sulla terra. Non ha mai detto 'cari croati, cari americani, cari italiani', dice sempre 'Cari figli!'. Questa è una cosa bellissima, perché in Cielo non ci sono nazioni o diversità: in Cielo ci sono solo 'figli di Dio'. La Madre Celeste vuole che lo comprendiamo. Anche nel messaggio che ci ha dato sabato 2 giugno, ci invita all'unione nell'amore attraverso suo Figlio Gesù, perché così potremo essere forti. Potremo divulgare l'amore se siamo uniti e se vediamo un fratello o una sorella in ogni persona. Questo è il desiderio della nostra Madre Celeste: l'unione e l'amore fra noi e l'unione con i nostri Pastori. Quando noi faremo questo, noi cambieremo il mondo! Chi potrà fermarci? Cosa potrà fermarci? Nessuno potrà fermare l'amore che divulghiamo perché attraverso noi parlerà Gesù. Vorrei dirvi ancora una volta grazie; nel mio cuore sento un amore così grande verso di voi che mi trattengo per non piangere... Voi siete quelli che hanno scelto di essere qui, con la vostra Madre Celeste, soffrendo sotto il sole (avreste potuto essere altrove a riposarvi). Per questo vi ringrazio di cuore. Vi prego di non aver soltanto 'sentito' i messaggi della Madonna, ma di 'viverli e metterli in pratica' nella vita quotidiana. Perché siete qui? Per portarli a casa vostra. Non fate prediche. Vi chiederanno: "Perché siete diversi? Che cosa è successo?". Allora voi parlerete dell'Amore della Madre Celeste. Vi prego di fare ciò: per voi, per noi e per tutto il mondo! Lei vi aiuterà!